Passo in avanti per tumori e diabete

Recenti studi ad opera di ricercatori dell’università di Nanjing in Cina traccerebbero la strada per una metodologia diagnostica non invasiva completamente innovativa. I microRNA nel siero del sangue potrebbero essere marcatori efficaci con cui individuare alcune forme tumorali e il diabete.
Dopo un accurato studio sul siero umano e di altre specie animali, il gruppo cinese ha stabilito che i livelli di microRNA, piccole molecole di RNA non codificante che modulano l’espressione di specifici geni bersaglio, sono stabili e riproducibili tra gli individui della stessa specie. A livello clinico questi risultati potrebbero costituire una piccola rivoluzione nella diagnosi delle malattie, nella classificazione del cancro, nella stima della prognosi e nella terapia. Infatti dopo il sequenziamento a tappeto di tutti i microRNA presenti nel siero di pazienti affetti da cancro polmonare non a piccole cellule, cancro al colon e diabete, e di soggetti sani, per la prima volta è stata descritta una condizione fisiologica diversa che corrisponde alla diversa espressione dei microRNA in persone malate e in persone sane.

Provata la stabilità di queste piccole molecole, le case farmaceutiche si stanno muovendo soprattutto alla luce del fatto che molti potenziali farmaci falliscono nell’ultima fase dei test clinici. I microRNA faciliterebbero il processo di identificazione di sottogruppi di popolazione che rispondono effettivamente al farmaco in questione.

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *